Martin Buckelow

giugno 15, 2007

Episodio: “Motel Seven.

Nato a Tucson, Martin Buckelow è un soggetto dal passato torbido e criminale. Arrestato più volte per crimini a sfondo sessuale, ha spostato il suo raggio d’azione dalla città natale a Las Cruces, vicino a El Paso.

Proprio in questa città,  ha compiuto l’ultimo dei suoi crimini efferati, uccidendo una giovane ragazza, Rose Leffler.

Grazie al provvidenziale intervento degli agenti del progetto Chrono, Buckelow è stato arrestato. Ora si trova nel carcere di Beaumont.


Rose Leffler

giugno 15, 2007

Episodio: “Motel Seven.

Originaria di Memphis, Rose Leffler è stata la prima vittima ad essere aiutata dal progetto Chrono. Uccisa da Martin Buckelow durante una vacanza in Texas, in una stanza del Motel Seven, Rose Leffler è stata salvato da Eve Lauren e John Vartan.

Dal momento in cui la realtà è stata manipolata, Rose è tornata a vivere a Memphis, per poi trasferirsi definitivamente a New York, cercando di iniziare una nuova vita.


Mr. Spiner: Osservatore DoD

giugno 15, 2007

Episodio: “Motel Seven.

Osservatore per il Dipartimento della Difesa, mr. Spiner è stato incaricato di valutare a testare sul campo le potenzialità del progetto Chrono.

Visibilmente interessato alle dinamiche della manipolazione temporale, Spiner ha dato, in conclusione alla sua osservazione, una valutazione positiva che ha permesso al progetto Chrono di essere definitivamente approvato a scopi di prevenzione del crimine.


Tenente Malcolm Downey

febbraio 19, 2007

Il Tenente Downey è uno degli agenti storici del distretto di Point Destiny. Ha passato anni a pattugliare le strade della città ed ultimamente ha chiesto di essere riassegnato al lavoro d’ufficio, svolgendo comunque un ottimo lavoro.

Dal momento della decisione del Ministero della difesa di assegnare il progetto CHRONO al distretto di Point Destiny e di integrare nella figura del Direttore ogni potere decisionale del distretto, il tenente Downey rappresenta, di fatto, un capitano per tutti i suoi colleghi.

Stimato ed apprezzato è spesso complice dei momenti di ilarità del distretto con l’agente Roberts.


Detective Paul Mennet

febbraio 16, 2007

Arrivato dalla omicidi, il detective Mennet è ora assegnato al distretto di Point Destiny per la buoncostume. Mennet non ha gradito molto il passaggio alla nuova divisione, aspirando a diventare l’uomo di punta del progetto CHRONO.

Quando il Ministero della difesa ha, invece, scelto Eve Lauren come detective a capo del team investigativo per le sue innate doti di apprendimento della tecnologia del chamber e di interazione con il sistema, Mennet ha rifiutato il posto di John Vartan per questioni di principio.

Questa scelta ora pesa molto sulle spalle del detective Mennet che, di fatto, si trova a combattere contro sè stesso. Mennet ha un carattere molto forte e tendenzialmente solitario. Per questo motivo ha chiesto e ottenuto di lavorare da solo ai casi.


Agente Nina Stoff

febbraio 16, 2007

Una ventata d’aria fresca. Con queste parole il tenente Downey ha descritto l’arrivo dell’agente Stoff al distretto di Point Destiny. Caparbia e cocciuta ma decisamente affabile e sincera, Nina Stoff è un buon agente.

Da quando Downey l’ha assegnata in coppia con l’agente Monroe, Nina sembra aver sviluppato attenzioni particolari verso il suo nuovo compagno, nonostante il regolamento interno parli molto chiaro.

Cresciuta nello stato di New York fino all’età di sedici anni, Nina rappresenta per il distretto, con i suoi modi ed il suo temperamento, una sorta di mascotte.


Agente Leonard Monroe

febbraio 16, 2007

L’agente Monroe è un bravo ragazzo. Giovane, sulla trentina appena iniziata, ha già dimostrato in svariate situazioni di essere all’altezza delle aspettative riposte in lui.

Voluto dal Direttore in persona dopo aver visto il suo curriculum all’Accademia, Leonard Monroe ha spesso paura di rovinare tutto con un’azione sbagliata od un gesto errato.

La sua insicurezza, tuttavia, è placata dalle attenzioni che l’agente Nina Stoff, sua compagna di Accademia, sembra rivolgergli ultimamente.